Vuoi 15€ di Sconto per acquistare su TrenDevice? Lascia l’email per ricevere il coupon.

samsung note 9

Da iPhone ad Android

  • 3 Luglio 2019

Passare da iPhone ad Android? Ma sì, certo. Perché no?
Non è compito né intenzione di questa guida capire che cosa spinge l’utente ad abbandonare una piattaforma per un’altra. Si tratta di una decisione che si prende dopo averci riflettuto con cura (anche perché spesso c’è un costo da sostenere: il nuovo dispositivo per esempio; ma anche se si tratta di un usato, è comunque un investimento). E che magari si prende solo per vedere come si sta sull’altra piattaforma.

In questo articolo troverai le “buone pratiche” per riuscire a portare a termine questo trasloco in modo completo e senza errori. Non è nulla di davvero complicato. Come sempre quando si intraprendono simili operazioni, è necessario prendersi un po’ di tempo (un pomeriggio libero per esempio), e in poco tempo tutto è concluso e si è pronti a esplorare i nuovi lidi della terra chiamata “Android”.

Buona lettura!

“sconto-trendevice”

Passa da iPhone ad Android

Il passaggio ad Android prevede una serie di semplici mosse. La prima ti conduce proprio sul tuo iPhone e ha come scopo quello di disattivare l’applicazione iMessage (o Messaggi che dir si voglia). Questo per evitare che gli SMS oppure gli MMS continuino a essere “recapitati” sul tuo vecchio iPhone. 

Vai in Impostazioni e tocca Messaggi. Sposta il pulsante per “spegnere” l’app.

app imessage

Poi tocca FaceTime e anche in questo caso spegni l’app. 

Come detto, sono operazioni da effettuare prima di iniziare il passaggio da iOS ad Android.

app facetime

Adesso prendiamo il nostro iPhone e mettiamolo sotto carica, e lo stesso per il nostro nuovo dispositivo Android. Poi assicuriamoci che siano entrambi collegati alla medesima rete Wi-Fi. 

A questo punto dobbiamo eseguire un bel backup e per riuscire nell’impresa sarà necessario utilizzare l’app gratuita Google Drive. Devi solo recarti sull’App Store, digitare nel campo di ricerca “Drive” (senza virgolette), e procedere con il download.

app google drive

Il backup si occuperà di:

  • foto e video
  • contatti
  • eventi del calendario

Per quanto riguarda le foto: non ci sarà alcun backup degli album in Google Foto. Ricorda inoltre che se hai già usato questa app per il backup, quelli precedenti saranno sovrascritti. E il backup, in presenza di più backup precedenti, riguarderà solo le foto “nuove”.

Dopo che avrai scaricato l’app, tocca le linee orizzontali del menu che scorgi in alto a sinistra.

Poi l’ingranaggio a destra in alto.

app google drive

Entrerai dentro le Impostazioni e ad attenderti ecco la voce che cerchiamo: “Backup”. Toccala.

Non ti resterà da fare altro che avviare il backup dei dati.

backup dei dati

Come puoi immaginare qui non puoi fare altro che attendere. Più il materiale da salvaguardare è “abbondante”, più tempo sarà necessario per completare questa operazione. Puoi interromperlo quando desideri e riprenderlo in seguito da dove è stato arrestato.

Dopo che finalmente tutto sarà stato portato a termine gli eventi del calendario saranno disponibili e visibili all’interno dell’app Calendario di Google. Lo stesso per quanto riguarda le foto, presenti in Google Foto. Le foto saranno salvaguardate in qualità originale. Se lo spazio a disposizione si esaurisce, il backup dei tuoi scatti rimanente sarà eseguito in alta qualità. 

I contatti dell’iPhone e iCloud saranno inseriti in un nuovo gruppo che prenderà il nome del tuo dispositivo.

Un avvertimento per quanto riguarda le app che hai acquistato per il tuo iPhone. Quelle gratis è del tutto possibile che siano gratis anche sulla piattaforma Android. È anche possibile che alcune che tu hai pagato quando eri su iOS, siano gratuite su Android.

Di certo alcune sono a pagamento, ma questo vorrà dire che dovrai riacquistarle. Probabilmente è questo l’aspetto meno simpatico di una transizione da una piattaforma all’altra.

Passa ad Android manualmente

Se per caso non ti fidi troppo dell’app di Google e preferisci fare da solo (perché certe app che si incaricano di fare tutto automaticamente e velocemente non ti convincono affatto; oppure falliscono; o ancora: non ti fidi), dovrai armarti di un po’ di pazienza. Ma non è poi un affare così terribile come sembra a prima vista. E in questo capitolo vedremo come fare.

Come saprai, un dispositivo Android si basa su… Google, ovviamente. E ciascuno di noi ha almeno un account di posta elettronica del motore di ricerca più celebre al mondo. Qualcosa come nomecognome@gmail.com. Questo agevola moltissimo la procedura perché Google mette a disposizione un ricco ventagli di app per un po’ tutti i gusti (e completamente gratuite). 

Ma adesso vediamo di entrare più nel dettaglio, e cominciamo a parlare dei Contatti. Dovrai esportarli. Quindi vai sul sito icloud.com (usa Safari o Firefox: Chrome potrebbe avere qualche problema), inserisci Apple ID e password, entra, e poi spostati all’interno dei Contatti.

Seleziona “Tutti i contatti” nella colonna laterale, in alto, quindi premi l’ingranaggio in basso a sinistra e seleziona il comando “Seleziona tutto”: per selezionare tutti i contatti, certo. Poi, seleziona il comando “Esportazione vCard”.

esportazione vcard

Tutti i tuoi contatti saranno salvati in un file .vcf dentro la cartella “Download”. Il resto è abbastanza intuitivo, giusto? Sempre col tuo navigatore Web vai nel tuo account Google e clicca sui Contatti.

Nella barra laterale individua la voce “Importa”.

google contatti

Cliccala e vedrai apparire una finestra con diverse opzioni. 

Apparirà un avviso: per ottenere quello che vogliamo (importare il nostro file csv), dovremo prima importare dalla versione precedente. Non c’è alternativa: clicca.

Nella barra laterale in basso troverai il comando per l’importazione dei contatti. Clicca.

Adesso potrai finalmente importare il file salvato sul tuo computer.

importa contatti

Se ci sono dei duplicati, nessun problema. Potrai unirli o in un colpo sono cliccando “Unisci tutto”; oppure potrai sfogliare ogni file e unirli singolarmente. 

Adesso recupera il tuo smartphone Android. Vai nelle Impostazioni e poi in “Cloud e account” (ignora la voce “Google”).

impostazioni android

Tocca “Account” che appare nella schermata successiva. Tocca “Google”. Qui troverai anche l’opzione per sincronizzare i Contatti. Attivala. 

Avrai terminato.

E per i Calendari? Il sistema più veloce è prendere il tuo iPhone, e spostarti in Impostazioni > Calendario. 

Qui scorri verso il basso e tocca “Calendario di default”. Una volta che sarai dentro, tocca il tuo account Gmail.

Questo lo si fa per far sì che tutti i dati contenuti sul calendario del tuo iPhone sia parte di quello di Google.

Spostiamoci sul Mac (o PC), e colleghiamoci ancora a iCloud.com. Una volta digitato password e Apple ID clicchiamo sul Calendario. Nella barra laterale c’è l’elenco dei calendari: seleziona quello che desideri condividere. Quindi clicca il pulsante per la condivisione.

icloud calendario

Metti il segno di spunta a “Calendario pubblico”.

condivisione calendario pubblico

Apparirà un lungo link con, sotto, il comando in blu “Copia link”: premilo. Poi, incolla quel lungo indirizzo nella barra degli indirizzi del tuo navigatore Web. Non fare nulla però.

Noterai che l’inizio dell’indirizzo Web è:

webcal

Devi sostituirlo con

https

E poi premi Invio.

Automaticamente il tuo file sarà scaricato nella cartella “Download” del tuo Mac. 

All’interno del Calendario di iCloud ricorda, prima di uscire, di togliere il segno di spunta al Calendario pubblico. 

Adesso, vai nel tuo account Google e seleziona il Calendario.

Nella barra laterale clicca su “Aggiungi il calendario” e dalle voci che trovi seleziona “Importa”.

Scenderà una finestra grazie alla quale potrai spostarti all’interno della cartella “Download” e selezionare il file .ics.

A questo punto gli eventi presenti nel tuo calendario dell’iPhone faranno parte di Google Calendario.

Altro elemento importante: le foto. Per prima cosa, vai sull’App Store e scarica l’app Google Foto.

app google foto

Una volta effettuato il download apri l’app: vedrai subito una richiesta: quella di accedere alle tue foto. Ovviamente devi acconsentire!

La schermata che ti accoglierà di seguito ti permetterà tra l’altro di usare la rete del tuo operatore cellulare, invece che il Wi-Fi, per accedere e importare all’interno dell’app le tue foto: ma fai attenzione. Attivala solo se hai un piano dati illimitato, o rischi di avere delle brutte sorprese in bolletta!

Sopra questa voce, ce ne sono altre 2. “Alta qualità”: i file sono ridotti ma le foto mantengono una buona qualità; se viceversa scegli “Originale” i file saranno mantenuti alla loro risoluzione massima, ma questo rischia di “divorare” lo spazio che hai su Google.  

configurazione google foto

Non ricordi quanti GB hai già utilizzato? Il sistema più veloce è andare nel tuo account Gmail: a sinistra in basso c’è tutto quello che desideri conoscere.

Se desideri acquistare più spazio, dopo che avrai premuto “Gestisci” sarai condotto in una pagina dove potrai acquistare tutto lo spazio che desideri.

acquistare spazio su google

Torniamo all’app Google Foto: tocca “Conferma”: avrai finito. Adesso inizierà la sincronizzazione delle foto, che potrebbe prendersi un bel po’ di tempo. Dipende sia dal numero dei tuoi scatti, che dalla qualità della tua connessione.

Adesso parleremo di come trasferire i tuoi documenti dall’iPhone, al tuo dispositivo Android. Come sai, iOS si appoggia su iCloud Drive. Se hai un PC, potrai scaricare iCloud Drive a questo indirizzo: https://support.apple.com/it-it/HT204283.

Su Android avrai bisogno di Google Drive. Per scaricare quest’app sul tuo Mac o PC che sia vai a questo indirizzo Web: https://www.google.com/drive/download/

scaricare google drive

Una volta scompattato il file, dovrai trascinarlo all’interno della cartella “Applicazioni”, dove sarà copiato in breve tempo. 

Poi inserisci il tuo indirizzo Gmail e la password per completare la configurazione. Alla fine vedrai nella tua finestra del Finder, la cartella di Google Drive.

google drive nel finder

Ma come si procede? Come si fa a trasferire i file da iCloud Drive a Google Drive? 

Nel Dock del Mac clicca sul Finder; nella barra dei menu vai in File e scegli “Nuova finestra del Finder”. Nella barra laterale seleziona con un semplice clic iCloud Drive. 

Non vedi la barra laterale? Allora vai nella barra dei menu e in Vista scegli il comando “Mostra la barra laterale”.

mostra barra laterale

Premi il tasto dell’addizione per aprire un altro pannello nella finestra del Finder; nella barra seleziona Google Drive.

Seleziona con un clic il primo file presente in iCloud Drive; premi il tasto Maiuscole e clicca l’ultimo file presente in iCloud Drive. In questo modo avrai selezionato tutto il contenuto di iCloud Drive. Adesso trascina tutto all’interno di Google Drive.

Non hai da fare altro che attendere che il trasferimento abbia luogo.

Per quanto riguarda la musica? 

Meglio probabilmente scaricare Google Play Musica sul computer dove hai l’applicazione iTunes (e in questo caso devi ricorrere a Chrome). A questo indirizzo: https://play.google.com/music/listen 

Dopo che avrai installato l’app ti imbatterai nell’opzione: “Importa musica”: devi selezionare iTunes, e le tue canzoni presenti all’interno di iTunes saranno caricate in Google Play Musica.

Infine, gli SMS. Scarica l’app iSMS2droid da questo indirizzo: https://play.google.com/store/apps/details?id=org.faked.isms2droid

app iSMS2droid

Fa quello che ti serve, probabilmente: importa i tuoi SMS dall’iPhone al tuo smartphone Android. È gratuita ma presenta dei banner (e lo sviluppatore è ben lieto di accettare donazioni). Per usare l’app è possibile andare sul sito del produttore e seguirne le istruzioni: https://isms2droid.com

Su Android buona parte delle app di cui avrai bisogno saranno gratuite e prodotte da Google:

  • Chrome – il navigatore Web
  • Google Drive – per il backup e la sincronizzazione dei file
  • Google Calendario
  • Google Contatti
  • Google Documenti – per creare e modificare documenti di testo compatibili anche con Microsoft Office
  • Google Foto – per i tuoi scatti e i tuoi video
  • Google Keep – riservato alle note e cose da fare
  • Google Play Musica – per la gestione della tua musica
  • Google Hangouts – per messaggi, chiamata oppure videochiamate
  • Google Duo – videochiamate
  • Google Play Store – il tuo nuovo store per scaricare migliaia di app
“sconto-trendevice”

Vuoi 15€ di Sconto per acquistare su TrenDevice? Lascia l’email per ricevere il coupon.